admin

Home » Archivi per admin

Circa admin

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Finora admin ha creato 138 post nel blog.

Conferita a Pasquale Ferorelli la Laurea Honoris Causa in Scienze Biologiche

2024-02-09T10:11:35+01:00

Il 29 gennaio 2024, presso l’Aula magna dell’Accademia Tadini, di Lovere (BG), Pasquale Ferorelli, in qualità di Visiting Professor presso St. George Campus, riconosciuto Fondatore della moderna “Enzimologia biodinamica”, ha ricevuto dal Prof. Stefano Masullo, Magnifico Rettore dell’Università svizzera ISFOA, la Laurea H.c. in Scienze biologiche, quale riconoscimento di un pluridecennale percorso scientifico, intellettuale ed imprenditoriale di assoluto prestigio internazionale.

La ricerca di Ferorelli ha consentito lo sviluppo di “Integratori Alimentari Biodinamici”, vettori energetici in grado di correggere i disequilibri enzimatici, utilizzati in centinaia di protocolli di Terapia Complementare Enzimatica e suffragati da importanti ricerche in collaborazione con prestigiose Università italiane ed estere (tra cui l’Università di Roma Tor Vergata e l’Università “Российский университет дружбы народов” – “RUDN University”, di Mosca), ricerche pubblicate su riviste internazionali e consultabili su Pubmed. Ambiti: Oncologia, Neurologia, Epatologia, Vulnologia, Malattie metaboliche.

Detentore di svariati brevetti industriali, Pasquale Ferorelli legò il suo nome, negli anni ’70, alla messa a punto di una tecnologia per il disinquinamento del Golfo di Napoli, dopo l’epidemia di colera, grazie alla conversione enzimatica di liquami in biogas. Il suo impegno attuale è nel perfezionamento della Ricerca sull’intima struttura degli enzimi e delle biomolecole attraverso la Cristallografia a raggi X. Tutti i Ricercatori, gli Informatori scientifici e l’intero Staff di Citozeatec inviano al Dott. Ferorelli congratulazioni vivissime.

Conferita a Pasquale Ferorelli la Laurea Honoris Causa in Scienze Biologiche2024-02-09T10:11:35+01:00

Cronologia delle scoperte scientifiche alla base della ricerca Citozeatec

2024-01-08T16:20:32+01:00

Cronologia delle scoperte scientifiche alla base della ricerca Citozeatec

La ricerca enzimologica del Prof. Ferorelli pone le sue basi su una lunga e autorevole sequenza di scoperte scientifiche, che hanno permesso enormi progressi in diversi campi. Sulla scorta del lavoro di illustri scienziati, si innesta così una ricerca che non improvvisa nulla, al contrario, fortifica la sua verità su dei risultati già verificati ed entrati di diritto a far parte della storia della scienza.

L’importanza della Cristallografia a Raggi X
Ferorelli da sempre insiste su questa fondamentale metodologia di indagine della materia. La cristallografia e l’uso del diffrattometro vanno ben oltre a quanto rilevabile da un microscopio a scansione elettronica. Ma pur essendo una tecnologia estremamente all’avanguardia, la cristallografia nasce quasi 4 secoli fa.

Storia e scoperta degli enzimi termofili, e loro applicazione
Lo studio degli enzimi è da sempre parte della ricerca del Prof. Ferorelli.
Ferorelli, ancor prima di occuparsi di Integratori Biodinamici, ha messo il suo know-how al servizio della salute umana, con una pluridecennale ricerca sul funzionamento degli enzimi e sulle loro più disparate applicazioni.
Opera sua sono molteplici impianti e brevetti all’avanguardia, che hanno segnato un punto di demarcazione nel progresso dell’applicazione enzimologica.

Cronologia delle scoperte scientifiche alla base della ricerca Citozeatec2024-01-08T16:20:32+01:00

Depurazione delle acque reflue a Napoli negli anni ‘70

2024-01-08T14:59:18+01:00

Depurazione delle acque reflue a Napoli negli anni ‘70

Negli anni ’70, proprio a seguito dell’epidemia di colera nel napoletano, il Prof. Ferorelli viene chiamato ad attuare un pioneristico progetto di disinquinamento ambientale per trasformare i liquami in biogas (metano), progetto realizzato grazie alla sua intuizione sull’uso di enzimi termoresistenti.

Qui di seguito una descrizione del progetto e del collaudo, che per Ferorelli, costituì un importante punto di partenza per la ricerca enzimologica che, negli anni successivi, si è largamente sviluppata risolvendo molti problemi in termini di salute umana ed animale.

Depurazione delle acque reflue a Napoli negli anni ‘702024-01-08T14:59:18+01:00

Mezzo secolo dal colera a Napoli. Testimonianze di un protagonista

2024-01-08T14:14:14+01:00

Mezzo secolo dal colera a Napoli. Testimonianze di un protagonista

Il Prof. Giulio Tarro ripercorre il periodo dell’epidemia di colera, a Nopoli, nei primi anni ’70. La causa risiedeva nella contaminazione delle acque, per l’obsolescenza ed inadeguatezza del sistema fognario.

L’identificazione del germe responsabile fu oggetto di una lunga contesa scientifica, terminata nel 1965, quando il “Comitato internazionale sulla nomenclatura batteriologica” attribuì finalmente a Filippo Pacini la paternità della scoperta, che aveva isolato il vibrio cholerae una trentina d’anni prima del tedesco Robert Koch, a cui fu inizialmente attribuito il merito.

Mezzo secolo dal colera a Napoli. Testimonianze di un protagonista2024-01-08T14:14:14+01:00

11 novembre 2023 Castello di CastelBrando, Cison di Valmarino (TV)

2023-09-28T14:41:17+02:00

Cison di Valmarino (TV) 11 novembre 2023 ore 9.00-19.30

NUOVI ORIZZONTI DI TERAPIA COMPLEMENTARE ENZIMATICA (TCE)

Seminario interattivo che si terrà presso il Castello di CastelBrando, Cison di Valmarino (TV)
11 novembre 2023 ore 9.00-19.30

Al termine di ogni relazione e nella discussione finale Pasquale Ferorelli risponderà ai quesiti dei presenti.

11 novembre 2023 Castello di CastelBrando, Cison di Valmarino (TV)2023-09-28T14:41:17+02:00

Gli enzimi mangiaveleni della melanzana

2023-05-26T15:53:34+02:00

Gli enzimi mangiaveleni della melanzana

Grazie alla cristallografia a raggi x sono stati scoperti gli enzimi che trasformano i veleni degli alcaloidi in molecole salutari per l’uomo.

“Un esempio è la pianta dello Stramonio che, nonostante la sua alta produzione di alcaloidi, che la rendono una pianta altamente tossica, può funzionare come porta innesto per quella della melanzana, producendo comunque ottime melanzane. Tutto ciò avviene mediante enzimi e rRna enzima, che sintetizzano molecole specifiche per la melanzana senza che le sostanze tossiche possano alterarne il frutto” (Sole 24 Ore del 28-07-14).

Gli enzimi mangiaveleni della melanzana2023-05-26T15:53:34+02:00

La Cristallografia a raggi x nella ricerca della Sclerosi Multipla, pubblicata su PubMed

2023-05-18T15:28:32+02:00

La Cristallografia a raggi x nella ricerca della Sclerosi Multipla, pubblicata su PubMed

Questo studio osservazionale è stato condotto su 50 pazienti con SM per determinare gli effetti sulla QOL in seguito alla somministrazione di due integratori alimentari commerciali, denominati Citozym® ed Ergozym®, (Registrazione Citozeatec Italia-FDA 12932524008 Pin no. bfJ3h263). Lo studio è stato condotto secondo le linee guida della Dichiarazione di Helsinki, ed è stato rivisto e approvato il 20 luglio 2020 dal consiglio dell’Istituto di ricerca “CRSC”, sotto il protocollo n. “AB2745P28” come parte del “Dietary Progetto Integrazione”.

La cristallografia a raggi X sarà ampiamente utilizzata adesso che è chiaro, in seguito agli studi precorritori compiuti su alcuni enzimi idrolitici, che questa tecnica (benché niente affatto semplice e corrente) può rivelare particolari straordinariamente sottili della struttura terziaria che non possono essere ottenuti in nessun altro modo. La descrizione del meccanismo intimo della catalisi enzimatica diverrà sempre più materia di concreta realtà chimica piuttosto che di teoria non dimostrabile.

I controlli effettuati hanno evidenziato che il trattamento ha ridotto drasticamente i valori del FSS dalla media nei controlli di circa 5.00-4.75 a valori che dopo 20 giorni di trattamento hanno raggiunto 4.2, 3.8 dopo 50 giorni e 3.6 dopo 70 giorni. Il significato di queste riduzioni, indica un netto miglioramento del sintomo fatica.

La Cristallografia a raggi x nella ricerca della Sclerosi Multipla, pubblicata su PubMed2023-05-18T15:28:32+02:00

La cristallografia ai raggi x mette a nudo i disastri della thalidomide con migliaia di nati privi degli arti

2023-05-17T14:15:44+02:00

La cristallografia ai raggi x mette a nudo i disastri della thalidomide con migliaia di nati privi degli arti

Thalidomide: Ipnotico, sedativo, anti-nausea, nella 2° guerra mondiale veniva utilizzato come calmante per i soldati.

Le donne trattate con talidomide davano alla luce neonati con gravi alterazioni congenite dello sviluppo degli arti, ovvero amelia (assenza degli arti) o vari gradi di focomelia (riduzione delle ossa lunghe degli arti).

La metodica della cristallografia a raggi x, rileva che la teratogenicità è associata solamente all’enantiomero destrorso che agisce come inibitore dell’angiogenesi ovvero del normale sviluppo dei vasi sanguigni, interferendo con lo sviluppo dell’embrione, specie se assunto durante le prime sette settimane della gravidanza.

Enantiomero D è il responsabile della teratogenicità e della malformazione alla nascita di bambini.

L’enantiomero S è un amminoacido standard utilizzato da enzimi geneticamente specifici per tutti gli esseri viventi.

Nel 2017 il Ministro della Salute Lorenzin riconosce un indennizzo a favore delle persone affette da sindrome da thalidomide.

La cristallografia ai raggi x mette a nudo i disastri della thalidomide con migliaia di nati privi degli arti2023-05-17T14:15:44+02:00

Cristallografia a raggi X

2023-05-17T09:17:49+02:00

Gli enzimi sono i nostri creatori e sostenitori del nostro corpo

Gli enzimi cristallografati ci forniscono lo stato vitale dei nostri tessuti.

Cristallografia: è la scienza che studia i cristalli.
La parola cristallo deriva dal greco che significa ghiaccio, gli antichi pensavano che il cristallo di rocca (varietà incolore del quarzo) fosse ghiaccio indurito.
Ma cos’è il cristallo? Prima di parlare di cristallo occorre capire cosa significa materia ordinata e materia disordinata.
In un liquido come l’acqua le molecole sono disordinate, se le raffreddiamo le molecole si muovono sempre meno fino a creare una materia ordinata: il ghiaccio.

Cristallografia a raggi X
La struttura tridimensionale delle macromolecole biologiche ci consente di comprendere i meccanismi alla base dei processi biologici in cui sono coinvolte e di descrivere le interazioni atomiche che li guidano, ovvero di capire come una particolare macromolecola possa svolgere la propria funzione. La cristallografia a raggi X è una metodologia che permette di determinare la distribuzione nello spazio degli atomi di una molecola presente in un cristallo, analizzando come i raggi X vengono sono diffratti da quest’ultimo ed è molto utile per determinare la struttura tridimensionale a risoluzione atomica di macromolecole biologiche.

Enciclopedia Treccani del Novecento Haschmeyer
Prima di lasciare questi argomenti di carattere strutturale, va ricordata la tecnica della microscopia elettronica (v. Haschmeyer, 1970). Essa non ha ancora acquistato quel grado di risoluzione che le permetterebbe di competere con la cristallografia a raggi X nel determinare nei particolari la geometria delle più piccole molecole enzimatiche.

Cristallografia a raggi X2023-05-17T09:17:49+02:00

Come Bari divenne famosa nel mondo per la biochimica

2023-03-15T14:18:33+01:00

Come Bari divenne famosa nel mondo per la biochimica

Forse nessuna branca della scienza ha avuto nella seconda metà del XX secolo uno sviluppo pari a quello della chimica biologica e della biologia molecolare. Numerose scoperte hanno completamente ridisegnato le nostre conoscenze degli eventi molecolari alla base della vita.

In quel periodo grande sviluppo ha avuto anche la bioenergetica, ovvero lo studio dei complessi meccanismi mediante i quali gli organismi sono in grado di produrre l’energia necessaria per lo svolgimento dei processi vitali. Grazie ad Ernesto Quagliariello e alla sua scuola, alcune delle pagine più importanti della bioenergetica sono state scritte a Bari.

Articolo estratto da:

NUOVA PUGLIA D’ORO Progetto di valorizzazione della memoria storica pugliese

Come Bari divenne famosa nel mondo per la biochimica2023-03-15T14:18:33+01:00
Torna in cima